Giornale del 19 Dicembre 2016

Fs Italiane, firmato il nuovo Ccnl:

al centro mobilità, welfare e salari

VETTORI

19-12-2016 NUMERO: Giornale Online

Invia
Potenziamento e sviluppo della mobilità, più welfare aziendale e incrementi salariali medi per i dipendenti di 102 euro mensili. Sono questi i principali contenuti dell’accordo di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle attività ferroviarie.

 

Accordo firmato nella sede di Fs Italiane a Roma, a seguito e in applicazione dell'intesa siglata da Agens e dalle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Taf, Fast Confsal e Orsa Ferrovie.

 

Si va a rafforzare quindi il sistema di welfare aziendale, che il Gruppo ferroviario considera centrale nella People Strategy, quale leva di benessere, coinvolgimento e motivazione dei dipendenti. Sono state introdotte, inoltre, agevolazioni per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro – educazione e istruzione dei figli e assistenza ai familiari anziani o non autosufficienti – e contributi per la previdenza complementare. Riguardo all’assistenza sanitaria integrativa già in essere, è stata introdotta anche la tutela del reddito per i lavoratori inidonei per motivi di servizio o per gravi infermità.

 

L’intesa si riferisce anche a importanti innovazioni sulla normativa di utilizzazione degli equipaggi nel settore del trasporto merci. Queste consentiranno di cogliere meglio le esigenze di flessibilità richieste dal business in relazione alle politiche nazionali ed europee, che spingono per lo sviluppo del servizio merci su ferro.

 

Con accordo a latere, Fs e le organizzazioni sindacali hanno sottoscritto un’intesa per le garanzie necessarie ai lavoratori che saranno coinvolti in questo importante processo di rilancio del settore.
 


Ultimi articoli in VETTORI