Giornale del 29 Novembre 2016

Pool di esperti di street art

per valorizzare i comuni italiani

ITALIA

29-11-2016 NUMERO: Giornale Online

Invia
Murales per valorizzare i comuni italiani e rilanciare l’eccellenza dei territori per un incoming d’autore: sono stati avviati i lavori del primo Tavolo nazionale di esperti di street art. I lavori si sono aperti con i saluti di Gianluca Callipo, presidente Anci Giovani, di Giacomo D’Arrigo, direttore dell'Agenzia Nazionale Giovani, e di Luca Borriello, direttore ricerca Inward Osservatorio sulla Creatività Urbana.

 

Negli ultimi anni, la street art ha raggiunto un livello molto alto di qualità produttiva e percezione da parte del pubblico, specialista e generalista, con migliaia di appassionati in Italia, non solo giovani, oltre alla vivace attenzione di rappresentanti di enti governativi, università, imprese, aziende e organizzazioni sociali. I Comuni d’Italia, nello specifico, si stanno arricchendo ormai di numerose opere anche di grandi dimensioni della durata media di dieci anni. Oggi sono più di 180 Comuni attivi nella valorizzazione della street art, quasi 300 progetti e circa 30 festival in tutta Italia.

 

Anci Giovani, insieme all’Agenzia Nazionale dei Giovani e all’associazione Inward Osservatorio sulla Creatività Urbana che svolge ricerca e sviluppo su questi temi, ha immaginato di monitorare lo sviluppo del fenomeno nei Comuni italiani, considerando gli scenari urbani in continua evoluzione. Step successivo, la creazione di un pool nazionale di esperti di street art (direttori di festival, curatori d’arte, operatori culturali specializzati, altri) che produca un’analisi complessiva dello stato del fenomeno in Italia, dal punto di vista culturale, artistico, economico e sociale, costruendo un programma di valorizzazione integrata in diverse sessioni di lavoro. Il think-tank, secondo le possibilità, produrrà documenti, dati e proposte anche a beneficio delle amministrazioni pubbliche, come linee guida per i Comuni che vogliano imparare a conoscere la street art, per la sua migliore e corretta valorizzazione.

 

«Si tratta di un progetto – afferma Giacomo D’Arrigo – che ci dà la possibilità di mettere a sistema la forma d'arte principalmente utilizzata dalle nuove generazioni: la street art. La massima forma di espressione della loro creatività e del loro talento che, al tempo stesso, diviene importante strumento per riqualificare territori o zone abbandonate. Dal canto nostro abbiamo anche esperienze di successo sul tema perché alcuni dei progetti, specialmente di scambio di giovani, che vengono realizzati, vedono la nascita di opere proprio grazie alla street art. Basti pensare alle opere nate nel quartiere San Basilio di Roma grazie al contributo della Commissione Europea (con il programma Gioventù in Azione). Quindi la street art per valorizzare e cambiare il volto delle periferie, rimettendole al centro dell'agenda politica».

 

Per Gianluca Callipo, coordinatore nazionale di Anci Giovani e sindaco di Pizzo, «costituire questo tavolo permette di riportare la giusta attenzione sul tema della rigenerazione urbana delle nostre città e valorizzare sempre di più queste nuove forme d'arte che diventano, negli anni, patrimonio dell'Italia determinandone anche una forte crescita sociale e culturale». 


Ultimi articoli in ITALIA