Giornale del 28 Novembre 2016

Bitac: il turismo sostenibile

pilastro del Piano Strategico

ATTUALITA'

28-11-2016 NUMERO: Giornale Online

Invia
Sostenibilità, innovazione e accessibilità. Tre elementi strategici che, in modo trasversale, agiscono su tutti gli obiettivi e gli interventi del Piano Strategico del Turismo 2017-2022 del nostro Paese. Un progetto dinamico che alla Bitac, la Borsa Italiana del Turismo Cooperativo e Associativo, è stato tirato in ballo facendo emergere i punti nevralgici che potrebbero diventare il vero valore aggiunto, andando a rappresentare, a conti fatti, la differenza.

 

«In Italia – dichiara Francesco Tapinassi, dg per il turismo del Mibact – il settore turistico è un comparto economico di importanza assoluta e vuole il coinvolgimento totale di tutta la filiera. Anche il Piano, in sinergia, necessita di un lavoro continuo».


Nel 2015, rispetto al 2014, gli arrivi internazionali hanno registrato un +4,4%, pari a 1,19 miliardi. Bene anche il pil, il 10% di quello mondiale, con un volume di affari generato di oltre 6.500 miliardi di euro. E la creazione di circa 108 miliardi di posti di lavoro, il 5% dell’occupazione mondiale. Numeri da tenere in mente, da sfruttare come giusto stimolo per proiettarsi ulteriormente in una crescita che, visto il potenziale del territorio, dovrebbe essere più che naturale.

 

Si deve partire dal rispetto dell’ambiente, una componente essenziale del prodotto turistico, considerando quindi la sostenibilità come un fattore di competitività. La chiave di volta del processo di crescita porta il nome di autenticità, con le risorse naturali e culturali da combinare e mettere in equilibrio perfetto, a fare da leva.

 

«Così si conserva la bellezza di una terra che non va venduta, ma goduta e trasmessa», aggiunge Serena Pellegrino, della Commissione Ambiente alla Camera dei deputati.

 

«Tutela, salvaguardia e valorizzazione – commenta Maurizio Davolio, presidente Aitr – Bisogna spingere sull'autentico, un valore che porta alla differenziazione, e da cui sono imprescindibili il turismo esperienziale e lo storytelling».

Giulia Di Camillo

Ultimi articoli in ATTUALITA'