Giornale del 24 Novembre 2016

Wedding Scenario, l'open

day punta sul Made in Italy

ITALIA

24-11-2016 NUMERO: Giornale Online

Invia
«Il wedding fa numeri strepitosi, ma l'Italia raccoglie le briciole di questo grande mercato in evoluzione. Se ogni anno vengono spesi circa 71 miliardi di dollari per organizzare matrimoni all'estero, l'Italia raccoglie solo lo 0,5% di questa somma. Vogliamo e dobbiamo fare di più», esordisce così Germano Gaudenzi, chairman di Wedding Scenario, il network specializzato nell'organizzazione di matrimoni in Italia. L'occasione per parlare di nozze in Italia è stata il primo Wedding Open Day, il workshop B2C organizzato a Roma lo scorso 20 novembre dal network in collaborazione con Eataly Roma, che ha ospitato l'evento.

 

Secondo gli utlimi dati, infatti, un matrimonio su 4 è celebrato fuori dal proprio Paese e Roma resta una delle mete preferite per convogliare a nozze. «Il nostro progetto più ambizioso è promuovere l’Italia e Roma come main wedding destination perchè gran parte delle coppie straniere che si sposano all’estero desiderano paesaggi, cultura, fashion, il food, il vino, ovvero tutte componenti che il nostro Paese vanta come eccellenze», sottolinea Gaudenzi.

I principali bacini esteri dei futuri sposi che vogliono celebrare le loro nozze in Italia sono Gran Bretagna, Stati Uniti e Giappone, mentre crescono come flussi di rifierimento i Paesi ad Oriente: India, Emirati Arabi e Australia.

 

Nel corso dell’evento, i visitatori e le coppie di promessi sposi hanno potuto provare in prima persona i servizi offerti dal network: wedding planner, hair stylist, composizioni floreali, musiche e decorazioni. Tra le varie aziende affiliate al network è presente anche l’operatore Intercontinental Travel Company, specializzato nel turismo incoming.

G.S.

Ultimi articoli in ITALIA