Giornale del 21 Novembre 2016

Avanzata del Centramerica:

il Costa Rica resta sul podio

DESTINAZIONI

21-11-2016 NUMERO: Giornale Online

Invia
L’offerta turistica del Centroamerica, area che conta sette piccoli, bellissimi, Paesi (Belize, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua e Panama), è stata presentata a Milano nel corso di un affollato workshop, organizzato da Cata - Central America Tourism Agency, l’agenzia di promozione turistica che li raccoglie tutti.


«Formano un’unica, eccezionale, destinazione che continua a suscitare un grande interesse sul piano turistico – ha spiegato la general manager Carolina Brione – Nel 2015, abbiamo accolto 15,7 milioni di visitatori con un incremento costante, di anno in anno, del 6,9%, pari a oltre 1 milione di visitatori. Il mercato italiano, uno dei più importanti tra gli europei dopo Spagna, Germania, Gran Bretagna e Francia, è in crescita e rientra nei nostri progetti di promozione».

  
Il Paese più visitato è il Costa Rica, con 2,6 milioni di arrivi, seguito da Guatemala e Honduras, grazie anche all’incremento di voli diretti da Gran Bretagna e Francia verso Sant Josè, capitale del Costa Rica. Tra le novità, dall’aprile 2017 i nuovi voli diretti  settimanali di Iberia da Madrid a San Pedro Sula, città dell’Honduras celebre per le testimonianze della cultura maya nell’area archeologica di Copan, uno dei 18 tesori culturali e naturali del Centroamerica dichiarati Patrimonio dell’Umanità Unesco.

«Il Centroamerica – ha aggiunto Andrea Gross, presidente di Argue Lateinamerika – è una destinazione marina d’eccellenza con spiagge caraibiche e una splendida barriera corallina sul lato atlantico, mentre la costa pacifica è acarezzata da alte onde adatte al surf e alla pesca sportiva. Interessante anche l'entroterra per un turismo di contenuti ed emozioni, in un contesto sereno, rilassante e sicuro. Tra l’altro offre la più lunga linea di vulcani al mondo, circa 50, in tutto il territorio, una splendida foresta tropicale e percorsi nella foresta pluviale tra piante alte più di 30 metri, deserti e aree protette coperte da una flora colorata. E un mosaico di culture che trovano riscontro in un artigianato ricco, prodotto da 25 gruppi etnici diversi».


Da non perdere, tra l'altro, gli spettacolari siti maya presenti del Belize, nel Parco Archeologico San Andrés, di El Salvador, nel Parco Nazionale Tikal, del Guatemala, dove c’è anche il coloratissimo mercato di Chichicastenango. Ma anche le scalate ai vulcani e il lago di Managua, in Nicaragua; le spiagge di Puntarenas, in Costa Rica; e, a Panama, insieme ai grattacieli e all’imperdibile Canale, l’insieme di edifici di epoca coloniale: conventi, chiese e piazze di Portobelo.

Dorina Landi

Ultimi articoli in DESTINAZIONI