Giornale del 21 Novembre 2016

Sempre più Italia: il nuovo corso di Viola Tour Operator

OPERATORI

21-11-2016 NUMERO: Giornale Online

Invia
Sempre più specializzato nel mare Italia, ma con una diversa "filosofia di attenzione" al prodotto e un rinato ruolo-cardine dell’agente di viaggi. È il nuovo corso di Viola Tour Operator, nato nel 2012 e ora cresciuto anche nella compagine societaria, con quattro soci paritari, tutti con alte competenze turistiche, che hanno sposato il progetto: il fondatore e presidente Giulio Scognamiglio, l'amministratore delegato Fabio Schiavo; il direttore gruppi e sviluppo Federico Canuzzi; il direttore vendite Roberto Minardi.


La nuova concezione imprenditoriale si concentra su un’accelerazione del prodotto Italia che non si esprime secondo la filiera classica, riqualificandolo piuttosto in termini di servizi, fuori dalla rigidità della villaggistica e dalla logica dei grandi numeri. E con una profilazione attenta del prodotto, a seconda delle esigenze del cliente: «Elemento-chiave per la costruzione della nostra programmazione sarà la costruzione di nuove forme di accoglienza e ospitalità che stanno già segnando flussi in forte crescita – spiega Scognamiglio – Per fare alcuni esempi del nostro modo di intendere il prodotto: siamo stati tra i primi a non imporre un numero minimo di notti, né un giorno prestabilito per gli arrivi. Tra le cose più apprezzate dalla clientela figurano i pacchetti modulabili che non si limitano ai 7 o 14 giorni».


La nuova "filosofia di attenzione" implica la proposta di strutture di qualità di medie dimensioni (60-100 camere), prezzi giusti, servizi che nascono dalla collaborazione con gli operatori locali: ad esempio la proposta di cucina locale, anche vegana, e non standardizzata a buffet, l’animazione soft per i bimbi, il coinvolgimento del territorio circostante con opportunità uniche, come accade a Capo Rizzuto, dove solo i clienti delle due strutture proposte da Viola entrano nell’omonima area marina protetta.

 

«Non è visione elitaria, semmai un’occasione per albergatori illuminati, che ci chiedono di rafforzare il prodotto – chiarisce Fabio Schiavo –  Alla base del nostro modo di vedere il mercato non c’è il mass market, piuttosto trovare una collocazione attraverso la ricerca di un prodotto poco intercettato dalle adv», che nel piano di crescita dell’operatore passeranno dalle attuali 450 (soprattutto in Lazio, Campania, Lombardia e Umbria) a mille entro il 2017. Aumenteranno, quindi, gli accordi con i network e saranno implementati i promotori, ma soprattutto si lavorerà a stretto contatto con le adv, con un approccio di dialogo e collaborazione.

 

Tra le novità anche la quadruplicazione del prodotto in vuoto per pieno al fine di definire un magazzino reale a uso esclusivo di Viola, una forte politica di pacchetti nave+hotel per Sardegna e Sicilia e di pacchetti hotel+volo, l’assistenza in loco. E le politiche di pricing legate all’advance booking con la formula Viola Prima e le offerte modellate sui differenti nuclei familiari. «Una tipologia di cliente che preferisce andare comunque in agenzia per farsi consigliare, ma che desidera un prodotto alternativo al villaggio tradizionale, che non si limiti al solo soggiorno associato al trasporto, che abbia un prezzo competitivo, ma che non sia privo di servizi. Questo cliente è il buyer a cui Viola Tour Operator si è rivolto finora e che “curerà” ancora di più», prosegue Canuzzi.


La suddivisione del prodotto manterrà due categorie: “Prime”, che raggruppa hotel e villaggi club top partner di Viola, e “Lallero”, per soluzioni residenziali tra appartamenti e residence. A breve, poi, Viola comunicherà un nuovo brand di prodotto mentre  continuerà la garanzia dell’adeguamento al miglior prezzo, a prescindere dal canale di vendita sul quale il cliente ha individuato una tariffa più bassa della sua, e la polizza annullamento sempre inclusa.

«Vogliamo rafforzare ulteriormente il rapporto con le adv che invitiamo a venirci a trovare nei nostri nuovi uffici di Latina per identificare insieme nuovi modelli di business. Il mercato è grande e siamo convinti che la costruzione di un certo tipo di prodotto possa, appunto, orientare la domanda», conclude Minardi.

La selezione degli adv interessati al progetto è già cominciata e presto ci sarà un evento a Roma, con presentazione di una struttura. Ora invece è tempo di neve, con catalogo solo online per offerte di soggiorni in Trentino, Valtellina, Roccaraso.

Adriana De Santis

Ultimi articoli in OPERATORI