Giornale del 16 Novembre 2016 - sfoglia il giornale

#Sapevatelo, il glossario

per i professionisti del turismo

ATTUALITA'

16-11-2016 NUMERO: 33

Invia
Chi non conosce il significato di cannibalizzare, cookie e flaming? Sono alcuni dei neologismi in uso nel mondo del travel e del marketing contenuti nella sesta edizione della rubrica #Sapevatelo, il mini dizionario per gli addetti ai lavori.

 

Cookie. Sono una sorta di gettone indentificativo che consente al server, quando si naviga sul web, di memorizzare le informazioni e migliorare la navigazione all’interno di un sito internet. Possono essere cancellati, ad esempio, impostando il proprio browser in modo tale che li elimini automaticamente. Non accettare un cookie, però, potrebbe andare a compromettere l’utilizzo di alcune pagine online.

Flaming. Nel gergo utilizzato dalle comunità virtuali, come newsgroup, mailing list, forum, chat o blog, è l’atto di inviare un messaggio ostile e provocatorio a un altro specifico individuo nel contesto di un’interazione. Per flame war, inoltre, si intende lo scambio reciproco di insulti che spesso può scaturire durante le conversazioni virtuali.

Single-aisle aircraft.
È un aereo a corridoio singolo, con fusoliera stretta, per questo anche definito narrow-body aircraft, e quindi dal diametro che va dai tre ai quattro metri. Si tratta di un allestimento che permette cinque o sei posti adiacenti per ciascuna fila, in classe economica.

Royalty. È il pagamento effettuato e commisurato agli utili, alla produzione o al fatturato che viene riconosciuto, in un determinato periodo, a favore di chi cede brevetti o diritti d’autore per scopi, appunto, commerciali. Spesso viene calcolato come percentuale dei ricavi derivati dal beneficio di tali titoli. La royalty è applicabile anche alle attività in franchising.

Rack Rate. Nel linguaggio alberghiero è la più alta tariffa differenziata per stagione e tipologia di camera. Per essere più user friendly viene chiamata daily rate.

Cannibalizzazione. Nel contesto delle vendite si intende l’effetto di erosione della quota di mercato di un prodotto a opera di un altro della stessa impresa. Per quanto concerne il profitto, invece, con questo termine si fa riferimento alla situazione generata dalla consistente riduzione o dall’azzeramento del margine di utile dell’azienda, relativamente a un dato prodotto, in seguito agli elevati costi sostenuti per la sua promozione.

Paid link. Tra le più comuni forme di pubblicità. È legata alla ricerca di parole chiave sui motori di ricerca e sono dei veri e propri collegamenti a pagamento ai siti degli inserzionisti proposti nella search engine results page insieme ai risultati di ricerca organici.

Buzz Marketing.
Al suo interno comprende tutte quelle attività non convenzionali tese a innescare il passaparola tra i consumatori. La sua principale funzione, infatti, è quella di concentrare su un prodotto o servizio l’attenzione di gruppi omogenei di consumatori, incoraggiandoli nella conversazione e condivisione di informazioni generando un alto volume di contenuti.

Channel Manager.
È un software che permette agli hotel di distribuire la disponibilità, caricare le tariffe e impostare le restrizioni sui canali di vendita online tramite una sola interfaccia. Aiutano solo a tenere d’occhio costi e ricavi, ma non si preoccupano di quello che è il margine di guadagno generato dai vari portali.

Whitelist Email. È un elenco fatto di tutti gli indirizzi IP da cui gli utenti si aspettano di ricevere messaggi legittimi, che non dovrebbero capitare nella posta indesiderata, tra gli spam.


Come pianificare una strategia: la Swot Analysis.

È uno strumento di pianificazione strategica che serve a mettere in evidenza le caratteristiche di un progetto e le conseguenti relazioni con l’ambiente operativo nel quale si colloca. Offre un quadro di riferimento per andare a definire i necessari orientamenti strategici finalizzati al raggiungimento di un obiettivo prefissato.
La matrice di SWOT si compone di quattro campi: Forze (Strengths); Debolezze (Weaknesses); Opportunità (Opportunities); Minacce (Threats). I punti di forza e di debolezza sono fattori interni capaci di creare o distruggere valore. Possono comprendere risorse che un’azienda ha a disposizione e sui quali si può intervenire in caso di necessità.


Le opportunità e le minacce, invece, sono elementi esterni che è possibile soltanto tenere sotto controllo. Anche questi, al tempo stesso, eventualmente creano o distruggono valore.Il buon fine dell’analisi dipende dalla capacità di saper individuare, con meticolosità, tutti i fattori da coinvolgere e dalla possibilità di realizzare, in maniera efficace, una lettura incrociata.


Ultimi articoli in ATTUALITA'