Giornale del 03 Febbraio 2016 - Speciale Iran - sfoglia il giornale

Ryanair chiude Crotone, Pescara e Alghero

LINEE AEREE

03-02-2016 NUMERO: 2

Invia
Ryanair chiude le basi di Pescara e Alghero e sospende i collegamenti da Crotone. Una mossa che comporterà lo stop di 16 rotte, 800mila clienti persi in totale, la cancellazione di 600 posti di lavoro e mancati introiti turistici per oltre 100 milioni di euro. Lo smantellamento arriva a seguito dell’aumento delle tasse aeroportuali di 2,5 euro a passeggero: una decisione maturata dal governo italiano che ha portato Ryanair a spostare i voli in favore di Spagna Grecia e Portogallo.

«Questo passo del governo italiano è assurdo – ha spiegato David O'Brien, chief commercial officer di Ryanair – Proprio quest’anno con la critica situazione nel Nord Africa, Tunisia ed Egitto in primis, si prospetta un vero e proprio boom di prenotazioni turistiche sulle mete mediterranee alternative dove l’Italia poteva giocare un ruolo di primissimo piano. Dal momento che l’aumento delle tasse aeroportuali confluirà in buona parte nel fondo ex piloti di Alitalia ci sembra illogico che un suo competitor, come Ryanair, versi 165 milioni di euro l’anno per un tributo a favore di ex lavoratori di un vettore avversario. Il fondo dovrebbe essere alimentato direttamente da soldi di Alitalia».

I vertici di Ryanair ribadiscono che la chiusura delle basi non è un disinvestimento sull’Italia ma un forte segnale contro l’aumento delle tasse e a riprova hanno annunciato un aumento di rotte da Roma Ciampino e da Roma Fiumicino per Lanzarote, Norimberga, Praga, Sofia, Alicante, Malaga e Trapani. Nonchè una nuova programmazione per l’inverno da Milano con 9 nuove rotte per Amburgo, Bruxelles, Catania, Danzica, Gran Canaria, Norimberga, Praga, Sofia e Timisoara e i nuovi collegamenti invernali per Bristol e Santiago, e più voli per Bucarest, Lanzarote, Madrid, Malaga, Manchester, Vilnius e Varsavia. I voli permetteranno di trasportare oltre 10,5 milioni di clienti all’anno e sosterranno circa 8mila posti di lavoro presso gli aeroporti di Bergamo Orio al Serio e Milano Malpensa.

 

Nel dettaglio per la programmazione invernale da Milano, Ryanair metterà a disposizione, su Bergamo Orio al Serio, 16 aeromobili per le frequenze giornaliere su Amburgo, Norimberga e Praga e per i voli su Timisoara (5 volte a settimana) e Danzica (trisettimanale). Verranno di fatto attivate 2 nuove rotte invernali, che proseguono dall’estate, per Bristol (3 a settimana) e Santiago (2 a settimana), per un totale di 56 rotte, tra cui i collegamenti per Madrid (3 al giorno), Varsavia (1 al giorno), Manchester (9 a settimana), Vilnius (5 a settimana), Lanzarote (3 a settimana) e Malaga (3 a settimana). Mentre su Milano-Malpensa Ryanair predisporrà due aeromobili per le quattro nuove rotte su: Catania (4 frequenze al giorno), Bruxelles (2 al giorno), Sofia (1 al giorno) e Gran Canaria (1 a settimana). Ryanair continuerà a collegare Milano con i maggiori centri europei del business tra cui Barcellona, Berlino, Dublino e Londra, con servizi ad alta frequenza, orari migliorati e le tariffe basse.

 

I viaggiatori potranno così scegliere tra 65 rotte da/per Milano e godere del programma per la clientela “Always Getting Better”, che include nuove rotte, una nuova app, nuovi interni di cabina, nuove uniformi per l’equipaggio e menu di bordo migliorati.

www.ryanair.it


Ultimi articoli in LINEE AEREE