Giornale del 04 Marzo 2015

La Repubblica Ceca all’Expo nel segno dell’acqua

DESTINAZIONI

04-03-2015 NUMERO: Giornale Online

Invia
Lucie %u0160ustková - Lubo%u0161 Resenberg - Lara Cereda 2015 - Turismo Ceco«Sono felice e onorato di tornare a dirigere l’Ente Nazionale Ceco per il Turismo in Italia – ha dichiarato durante il primo incontro dopo la nomina Luboš Rosenberg, che nel 2007 fondò l’ufficio del turismo e lo guido sino alla fine del 2012 – soprattutto in questo interessante momento che mi vede impegnato anche come direttore marketing per l’Italia di CzExpo 2015».

 

«L’ente del turismo – ha aggiunto il direttore – è partner strategico del nostro padiglione a Expo 2015, gestito da un commissario governativo, che sarà tra i primi a essere inaugurato. È posto in posizione strategica vicino alla stazione della metro e contornato da specchi d’acqua: l’acqua infatti è il tema scelto dalla Repubblica Ceca».

 

Il padiglione, composto da due piani e un terrazzo, ospiterà al piano terra un ristorante nazionale self service, gestito da una società di catering ceca, la stessa che sarà presente anche all’Expo di Shanghai del 2020, e offrirà piatti tipici. Il primo piano sarà dedicato al “laboratorio del silenzio”, un progetto elaborato da alcuni studenti dell’Università di Praga, con foto e proiezioni sulle particolarità della destinazione, e al “Paese dei mille racconti”, che presenterà nelle prime due settimane l’ente del turismo e poi sei importanti regioni della Repubblica, Praga compresa. Il secondo piano sarà invece dedicato al “laboratorio di vita” che, attraverso la visione di oggetti artistici, parlerà del contributo della Boemia alla cultura, alla sostenibilità ambientale, al tema dell’acqua e alla diffusione delle stazioni termali. Ci sarà anche un ristorante con un apposito spazio per incontri.

 

«Il giorno più importante – sottolinea Rosenberg – sarà il 15 maggio, il nostro National Day, che vedrà la partecipazione di molte autorità e forse anche del Presidente della Repubblica Ceca. Per l’organizzazione degli eventi della giornata è stato emesso un bando pubblico di concorso tra società specializzate in materia che stanno preparando i programma da proporci. Sono previste mostre fotografiche, concerti e altre attività sia nell’area Expo che fuori. E anche una campagna promozionale in italiano, inglese e ceco su facebook e sul nuovo sito czexpo.com che l’ufficio del turismo e il commissario per l’Expo stanno concretizzando in questi giorni, insieme al supporto a un t.o. ceco nella preparazione di pacchetti di due/tre giorni per partecipare all’evento milanese».

 

Destagionalizzazione e diversificazione dell’offerta
Parallelamente ad Expo l’ufficio del turismo continuerà a sviluppare il piano strategico di promozione della destinazione puntando sulla destagionalizzazione dei flussi turistici e sulla diversificazione dell’offerta.

 

«Il 2014 – ha detto Rosenberg – nonostante la crisi economica generale, ha registrato oltre 8 milioni di visitatori da tutto il mondo, per più di 22 milioni di pernottamenti, con una permanenza media di 3,7 giorni. E un incremento del 3,5% rispetto all’anno precedente. In particolare abbiamo registrato risultati record dall’Europa continentale, ma anche da Sud Corea e Cina. Il primo mercato rimane la Germania, seguito dalla Russia, con un leggero calo quest’anno, poi Slovacchia, Polonia, Usa e Gran Bretagna».

 

L’Italia è al settimo posto con oltre 371mila arrivi e più di un milione di pernottamenti, e un incremento rispetto al 2103 del 4%. «Un risultato molto interessante – ha proseguito il direttore – che vogliamo però migliorare puntando su prodotti nuovi e offerte differenziate: dalla cultura ai percorsi tematici come la Via della Birra, con 380 marche presenti sul territorio, del Vino e dell’Ambra, alle vacanze all’aria aperta, al turismo religioso e culturale come la visita a Olomouc con l’antica università e le sei fontane barocche a Velehrad, la più importante meta di pellegrinaggi ceca, dove iniziò la missione dei santi Cirillo e Metodio, co-patroni d’Europa. E poi a Pilsen, Capitale della Cultura in Europa per il 2015, sede di due importanti sinagoghe, una delle quali è la terza del mondo per grandezza dopo Gerusalemme e Budapest».

 

Al momento l’80% degli italiani visita Praga grazie ai city break, possibili tutto l’anno, e ai molti collegamenti aerei; dalla capitale ceca, tra l’altro, si possono organizzare escursioni ai castelli della Boemia. «Da promuovere e sviluppare – ha aggiunto Rosenberg – anche i siti culturali unici come la Fortezza di Spielberg, dove fu incarcerato Silvio Pellico; Austerlitz, che quest’anno festeggia il 210° anniversario della famosa battaglia; e anche Theresienstadt, a nord della capitale, un triste campo di smistamento durante l’ultima guerra, tutti molto indicati per il turismo scolastico, presente specialmente in primavera, con una media di circa 35mila studenti ogni anno, moltissimi a Praga. Senza dimenticare che a Brno, la capitale della Moldavia, ogni anno in agosto si corre il Gran Premio di MotoGP che richiama un folto gruppo di appassionati», ha concluso il ditettore dell’ente.

 

Nella foto: Lucie Šustková, deputy commissioner general per Expo 2015, Luboš Rosenberg e Lara Cereda, addetta trade Czech Tourism.
www.czechtourism.com/it/home/ - www.czexpo.com/?lang=it

Dorina Landi

Ultimi articoli in DESTINAZIONI