Giornale del 03 Giugno 2014

Nozze al Colosseo: Roma approva la delibera

ITALIA

03-06-2014 NUMERO: Giornale Online

Invia
Tutto pronto per le nozze al Colosseo, nelle ville private sull’Appia Antica, o magari sull’Ardeatina. L’Assemblea del Comune di Roma ha approvato la delibera “Sposarsi a Roma”, proposta dal consigliere Pd e coordinatore della maggioranza capitolina Fabrizio Panecaldo, che estende il numero di location adibite a celebrare i matrimoni civili.

 

Per Marta Leonori, assessore alla Roma Produttiva, il provvedimento «valorizza il patrimonio immenso di bellezze architettoniche e archeologiche cittadine». E aggiunge: «Consentire di sposarsi in una grande varietà di luoghi disseminati per Roma è simbolo di una città accogliente e inclusiva». La delibera, sempre secondo l’assessore, «certifica una volta di più quanto rilevato dal secondo sondaggio annuale Cities survey di TripAdvisor che premia la Capitale in ben due categorie, come “Miglior città per cultura” e “Miglior città per attrazioni”. Il turismo e la cultura, come dimostrano i dati in costante aumento su arrivi e presenze in crescita, sono due motori di sviluppo fondamentali per questa città su cui puntiamo con grande convinzione».

 

Nelle intenzioni dei promotori, si potrà arrivare a pronunciare il fatidico “sì” anche allo Stadio Olimpico. «Faremo un bando aperto a tutti – anticipa Panecaldo – Se il Coni aderirà proponendo un’area idonea nello stadio, ne saremo ben lieti». Da questa delibera, sottolineano in Campidoglio, si attendono grandi ricadute: per il turismo, per l’accoglienza, per l’indotto occupazionale, per la stessa riqualificazione del patrimonio della Capitale. «In un momento in cui tutte le amministrazioni hanno bisogno di trovare nuove risorse, noi lo facciamo attraverso un bando che accrediti a pagamento le strutture – afferma il promotore – È uno strumento piccolo che può sviluppare una grande azione».

 

Con il placet del ministero per i Beni culturali, lo stesso Colosseo potrebbe diventare palcoscenico di matrimoni civili. Anche se, per ora, il ministro Dario Franceschini sembra frenare: «Mi sembra un’idea molto stravagante».
www.comune.roma.it


Ultimi articoli in ITALIA