Giornale del 22 Ottobre 2001

IL SUDAN DI BEST TOURS

DESTINAZIONI

22-10-2001 NUMERO: 180-181

Invia
Best Tours ha affidato a splendide immagini del deserto nubiano il compito di presentare un itinerario all’interno del Sudan, paese che storicamente ha sempre segnato il confine tra il Nord Africa e la misteriosa e ancora poco nota Africa Nera. «Si tratta- dice Caterina Ravizza, responsabile marketing e pubblicità Best Tours- di un tour molto particolare che visita un paese ancora in gran parte inesplorato, e che offre, in un ambiente naturale di grande fascino e suggestione, indimenticabili tesori storico-archeologici, che testimoniano di popoli, civiltà e religioni sorti lungo la valle del Nilo o in regioni ora desertiche, ma un tempo fertili e popolose». Nel Regno dei Faraoni Per la realizzazione dell’itinerario “Alla scoperta del Regno dei Faraoni Neri” presentato quest’anno in un nuovo opuscolo che, oltre alle foto, dà grande spazio a notizie storico-geografiche e ad informazioni pratiche, Best Tours si è avvalso della collaborazione di Maurizio Levi, grande conoscitore di quest’area ed uno dei maggiori esperti nell’organizzazione di viaggi in Africa. La carta del deserto La pubblicazione riporta, inoltre, “la carta del deserto” redatta dalla guida sahariana Jean Claude Bourgeon, che spiega in modo semplice e chiaro come i visitatori si devono accostare a questo territorio per preservare l’ ambiente per le generazioni future e rispettare gli uomini, gli animali o le piante che ci vivono. Il grande protagonista Il deserto, nei suoi vari e suggestivi aspetti, è il grande protagonista di questo itinerario che si snoda in 9 giorni/ 8 notti e spazia dall’ immensa distesa del deserto libico, disabitato e quasi privo di ogni forma di vita, alle sterminate dune di quello nubiano, alla varietà di paesaggi del deserto del Bayuda . Di innegabile interesse e fascino anche la visita alle cateratte del Nilo, ai siti archeologici di Naga e di Musawwarat e alle vestigia dell’antica civiltà meroica . Il viaggio L’operativo del viaggio prevede la partenza dall’Italia con volo di linea Lufthansa via Francoforte/Cairo per Khartoum. Qui si visita l’interessante Museo Archeologico dove sono conservati, tra l’altro, alcuni templi salvati dall’inondazione del lago Nasser, qui trasportati e ricostruiti fedelmente. La maggioranza del percorso è effettuato a bordo di vetture fuoristrada mentre i pernottamenti sono previsti al Grand Holiday Villa a Khartoum, al Nubian Rest House di Karima (nuova e confortevole costruzione di stile nubiano) e al campo tendato Meroe. «Il viaggio - conclude Caterina Ravizza- è dedicato a persone con spiccati interessi culturali, storici e naturalistici, che apprezzano percorsi insoliti e il fascino della scoperta. Proprio per questo, è necessario un certo spirito di adattamento anche se, la nostra esperienza nel settore, garantisce il massimo del comfort possibile». Dorina Landi
DORINA LANDI

Ultimi articoli in DESTINAZIONI